L'Ossola

L’Ossola è una regione fisica che occupa la parte settentrionale del Piemonte e la sua lunga valle è percorsa del fiume Toce. Nell’Ossola convergono diverse valli: la valle Antigorio e Formazza con la cascata del Toce; la val Divedro con la lunga galleria ferroviaria del Sempione; la valle Devero con i suoi magnifici paesaggi; la valle Vigezzo detta anche la valle dei pittori; le piccole valli di Bognanco famosa per le acque termali e Antrona; la val d’Ossola con il pittoresco lago di Mergozzo e il Monte Orfano.

Da ricordare che durante la seconda guerra mondiale, l’Ossola, fu in prima linea nella lotta antinazista; infatti nel 1944 fu sede di una piccola repubblica partigiana.


Le valli ossolane
La valle Antigorio famosa per le terme di Premia, e quelle di Crodo, dove si può ammirare con la bellissima parrocchiale di Santo Stefano; Baceno con la parrocchiale di San Gaudenzio ricca di dipinti e sculture lignee.
La val Formazza è abitata da discendenti dei Walser, una popolazione arrivata dal vicino Vallese (Svizzera), i quali hanno lasciato un segno tangibile sia nei dialetti che nei costumi. Da vedere la parrocchiale della frazione Chiesa e la casa-forte della frazione Ponte, rinomata anche come centro di villeggiatura e stazione sciistica. Da ammirare la grandiosa cascata del Toce (m 143).

La val Divedro, dove ai primi del ‘900 ebbe inizio la costruzione della lunga galleria ferroviaria del Sempione (km 20) e terminata nel 1922, che collega Varzo con Briga nel Vallese (Svizzera). Varzo rinomato centro di villeggiatura e punto di partenza verso San Domenico, stazione sciistica, da cui ha inizio il seniero per il Parco naturale dell’Alpe Veglia.


Da non dimenticare la valle Devero con la salita all’alpe omonima, posta in un grandioso pianoro ricco di flora e fauna alpestri.

La valle Vigezzo detta anche la valle dei pittori, per i suoi magnifici paesaggi e rinomata anche per la presenza di località di villeggiatra e sport invernali. Meritano una visita la località di Santa Maria Maggiore con la bellissima parrocchiale dell’Assunta, la Pinacoteca Rossetti Valentini ed il Museo dello Spazzacamino.

A Re si trova il santuario della Madonna del Sangue.

La valle di Bognanco, con il suo centro principale, Bognanco, rinomato per il Parco delle Sorgenti, dove al suo interno si trova il complesso termale.

La valle di Antrona, percorsa dal torrente Ovesca e con la località di Antronapiana situata in una conca ricca di prati e circondata da vette che superano i 2000 metri. Dalla località si possono effettuare piacevoli passeggiate, tra le quali, quelle al lago di Antrona e al lago di Camposecco.


La val d’Ossola, è la prima valle che si incontra arrivando da sud; da effettuare una visita al pittoresco centro di Mergozzo, situato sull’estremità settentrionale dell’omonimo lago. Ornavasso, con il santuario della Madonna del Boden e la Linea Cadorna.Vogogna, dominata dal Castello Visconteo, e più in alto si vedono i resti della rocca.Villadossola con la parrocchiale romanica di San Bartolomeo. Domodossola, considerata il “capoluogo”, è un’importante cittadina che ha conservato il suo nucleo storico detto “la Motta”, dalle caratteristiche medievali. Meritano una visita anche piazza del Mercato, la chiesa dei SS. Gervasio e Protasio ed il Sacro Monte Calvario, situato sul colle della Mattarella. Infine Crevoladossola con la parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo.

  • Ossola1
  • Ossola10
  • Ossola11
  • Ossola2
  • Ossola3
  • Ossola4
  • Ossola5
  • Ossola6
  • Ossola7
  • Ossola8
  • Ossola9

acsi
navigazione
ortea

I cookie ci aiutano a migliorare la tua esperienza di navigazione.

Utilizzando il sito, accetti quindi l'utilizzo dei cookie.